• Salumi

    FIOCCO DI CULATELLO

    Selezionata la coscia del maiale e estratto il Culatello, rimane il Fiocco. La lavorazione è identica a quella del Culatello, ma essendo più magro, il Fiocco di Culatello, abbisogna di una stagionatura più breve, sui 10/12 mesi. Qui è molto importante il produttore: bisognerebbe scegliere sempre i Fiocchi prodotti da produttori del Consorzio del Culatello. Ha un prezzo molto accessibile, rispetto al fratello maggiore, e se ben fatto dà grandi soddisfazioni. È un prodotto molto magro.

    COMPRA ON-LINE

FIOCCO DI CULATELLO

Storia

Per ogni Culatello si ottiene un Fiocchetto. Ad un primo sguardo sembra un Culatello piccolo – questo perché ne condivide la lavorazione – quindi bisogna stare un pochino attenti quando lo si acquista per non incappare nell’errore. Per riconoscerlo basta guardarne il centro, il Fiocco è completamente magro mentre il Culatello ha una macchia di grasso centrale, che noi chiamiamo “rosa”.



Conservazione

Come il Culatello di Zibello, va sempre mantenuto in uno stato di umidità come quello che lo ha visto maturare. Quindi va tenuto avvolto in un canovaccio inumidito di acqua ed un goccio di vino bianco.

Abbinamenti

L’abbinamento ideale è con un vino di buona struttura e con le bollicine come tutti i salumi stagionati. Noi consigliamo il Fortanina del Taro: vino abboccato a bassa gradazione da bere freschissimo. Se aggiungete pane croccante e riccioli di burro ne esalterete ancora di più il sapore.

I NOSTRI VINI